Per un amore comune si lotta in due

Ciao Marco, ti scrivo perché mi sono identificata in alcune tue parole. Sono una ragazza che sta cercando di riprendersi da un amore per cui solo io ho lottato e solo adesso me ne sto rendendo conto. Mi sono innamorata del mio migliore amico e nonostante entrambi abbiamo provato a portare avanti una storia che forse ci saremo meritati dopo due anni di momenti o bellissimi o bruttissimi abbiamo deposto le armi e ammesso che non funziona, sia per il mio troppo amore che per il suo poco o quasi inesistente, forse confuso con un bene immenso maturato in tutte le volte che ci siamo stati vicini. Per mesi abbiamo provato a chiederci, soprattutto io, come fosse possibile che due persone che stanno così tanto bene insieme non siamo destinate ad un amore altrettanto grande, ma è così e basta. Ho dato tutta me stessa, spesso annullandomi, per cercare di fare andare bene le cose ma sembrava che più facessi meno ottenessi. Un tempo mi sentivo invincibile, una ragazza con la testa sulle spalle che ha sempre portato avanti le sue responsabilità con determinazione, ora fatico a ritrovare quella sicurezza perché per così tanto tempo non mi sono sentita abbastanza. Forse è giunta l’ora di smetterla di chiedermi perché e di smetterla di aver paura che possa trovare in un’altra persona quell’amore che noi non siamo riusciti ad avere.
Grazie, con le tue parole mi fai sentire meno sola.

Risposta
Ciao XXX, grazie per avermi scritto.
Penso che io abbia poco da aggiungere alla tua mail, hai dato una bellissima risposta a te stessa con le ultime righe che hai scritto. Non so la tua età, ma al di là di quella biologica sei sicuramente matura e pronta per quello che potrà essere il tuo grande amore.
Hai imparato a non annullarti con nessuno e fidati che questa cosa non è da poco. Alcune persone non arrivano mai a tale grado di saggezza di vita.
A presto
Marco